50° Museo di Castelvecchio

CS007220

Un taccuino di mémoires pubblicato in occasione del cinquantesimo anniversario dell’allestimento scarpiano inaugurato il 20 dicembre 1964

 

Ha compiuto cinquant’anni il restauro e riallestimento ad opera di Carlo Scarpa del Museo di Castelvecchio, riaperto al pubblico il 20 dicembre 1964, intervento emblematico della museografia italiana del secondo Novecento.
Questa ricorrenza ha richiesto un’attenzione singolare per un numero così tondo e, di conseguenza, un ricordo speciale. Agli occhi e alle parole di oltre cinquanta artisti, architetti, fotografi, storici dell’arte, direttori di musei, studiosi che in occasione di una mostra, di un incontro o per semplice amicizia hanno lavorato, collaborato o solo visitato per un fugace ma incisivo momento il Museo di Castelvecchio allestito da Carlo Scarpa, è stato affidato il compito di rendere omaggio ad un luogo da essi tanto amato. Piccole storie, narrate dai protagonisti per riannodare i fili della memoria, collegare nomi e persone, volti e figure, hanno dato vita a questo prezioso volumetto, concepito come racconto a più voci per rivelare il complesso intreccio di relazioni umane e professionali che ruotano intorno al museo e al suo grande architetto.
Con un ordine rigorosamente alfabetico, da questa pubblicazione di ricordi ed esperienze affiorano le politiche culturali avviate dalla Direzione Musei negli ultimi vent’anni, che hanno incentivato il ruolo del museo come polo attrattore di un nuovo pubblico interessato non solo all’arte, ma anche all’architettura, rafforzandone il ruolo culturale che appartiene alla vita reale. Non solo istituto di conservazione di opere di artisti del passato (tra cui anche i disegni di Carlo Scarpa per Castelvecchio), o icona dell’architettura, ma luogo di incontro, di crescita, crocevia di relazioni umane e professionali, dove brani di vita si sono intrecciati e si intrecciano.

 

LOGO_50_Castelvecchio-color

 

 

 

 

 

 

CARLO SCARPA AL MUSEO DI CASTELVECCHIO 1964-2014


a cura di
ALBA DI LIETO E ALBERTO VIGNOLO


© Comune di Verona LOGO_ComuneVR
Direzione Musei d’Arte e Monumenti

Pubblicazione realizzata con il contributo di LOGO_Ordine

 

 

 


 

Clicca sulla copertina per accedere alla versione sfogliabile on-line o compila il modulo per scaricare il pdf completo

 


Nome e Cognome (campo obbligatorio)

Email (campo obbligatorio)

captcha

  Acconsento al trattamento dei dati personali come previsto nell'informativa in materia di privacy.